Ricetto di Candelo

www.candeloeventi.it un nuovo portale dedicato alle manifestazioni del Comune di Candelo, con tutte le indicazioni, i calendari, le immagini ed i contatti per vivere al meglio uno dei Borghi più belli d'Italia.

Rua del Ricetto - Ricetto RuaRIcetto dall' alto - Ricetto air vision Ricetto dalle mura esterne - Ricetto from outside walls

 

Il ricetto di Candelo, uno dei "Borghi più belli d'Italia" e Bandiera Arancione Touring, visitato da migliaia di turisti provenienti dall'Italia e dall'estero, è una fortificazione collettiva popolare di origine medievale costruita dalla popolazione locale tra XIII e XIV secolo.
La parola ricetto deriva dal termine latino "receptum", che assume nel Medioevo il significato generico di ricovero, asilo, rifugio. Il Ricetto di Candelo era infatti il rifugio della popolazione in tempo di guerra, mentre in tempo di pace era un deposito per i prodotti della terra e una "cantina comunitaria" per il vino.

Il ricetto di Candelo, a pianta pseudo-pentagonale, ha un perimetro di circa m.467 circa e una superficie di mq. 13.000, una larghezza di m. 110 e una lunghezza di m.120.: passeggiare tra le rue regala scorci suggestivi di un medioevo rurale unico.
Le cellule all'interno delle mura sono circa 200, tutte diverse e, tranne alcune eccezioni, di proprietà privata. Quelle di proprietà pubblica sono sede di allestimenti museali e oggetto di ampie progettualità turistico-culturali.

Il ricetto non è solo un contenitore di eventi, ma un "luogo di eccellenza" culturale e turistica: dentro e a partire dal monumento partono itinerari e progetti museali alla riscoperta di un Medioevo autentico ed emozionante.
Il ricetto ha fatto anche da sfondo, come set medievale all'aria aperta, a riprese televisive tra cui La Freccia Nera (entrambe le edizioni), I Promessi Sposi, Sereno Variabile, Uno Mattina, Verde Mattina, La Domenica del villaggio, Virginia la Monaca di Monza.

 

Il sistema museale integrato

Il ricetto e le cellule museali sono parte integrante di un mosaico turistico-culturale, fatto di oggetti, tecniche, strutture, materiali, servizi, progetti... Ma anche all'esterno delle sue mura è possibile intraprendere, per chi ama i paesaggi tipici e la cultura, l'itinerario verde verso la Baraggia, l'itinerario del vino verso il vigneto laboratorio, l'itinerario della fede verso le chiese e gli affreschi.

Per valorizzare questo patrimonio, il sistema museale integrato comprende servizi, itinerari e spazi espositivi non solamente all'interno del borgo, ma anche fuori le mura:
a) dentro le mura: il Ricetto come porta del medioevo e della civiltà e cultura contadina con le sue cellule museali

- Ufficio Accoglienza Turistica aperto tutti i giorni: accoglienza, info-point, museo-shop...
- Itinerario lungo le rue, le cellule, la via di lizza, la "torre osservatorio", il cammino di ronda...
- Centro di documentazione dei Ricetti in Piemonte. Banca-dati sui Ricetti del Piemonte
- Archivio storico
- Ecomuseo della civiltà della vitivinicoltura.
- Cellule museali su "Museo del paesaggio e della civiltà della vitivinicoltura" (in allestimento)
- Botteghe d'arte e cultura nelle cellule, utilizzate dagli artisti anche come atelier: scultura e arte del legno, pittura, produzione costumi d'epoca, artigianato del ferro, ceramica, produzione antichi strumenti musicali, collezioni private, pittura su seta e vetri dipinti
- Sala Cerimonie: mostre temporanee

 

b) Itinerario intorno alle mura, all'ombra delle torri
c) Itinerari fuori le mura: Candelo e i suoi paesaggi storici e naturali
- itinerario verde: passeggiata di sud-est "all'ombra delle antiche torri" con punto panoramico, vecchi mulini e antica ghiacciaia; Aula Verde nella suggestiva Baraggia con area pic-nic; laghetto per la pesca sportiva
- itinerario rosso (vino) ed EcoVigneto laboratorio con cartellonistica
- itinerario azzurro della fede: chiese di Candelo e itinerario degli affreschi ("La preghiera dipinta").
d) Collana editoriale: riguarda il Ricetto, la Baraggia, la cellula della vitivinicoltura, le tradizioni contadine del passato. Comprende anche una cartellina didattica.